MAL DI PANCIA

 

Il cervello intestinale è il primo cervello. Poi c'è anche l'altro, è vero. Ma i bambini imparano a conoscere prima il nostro primo cervello, quello nella pancia. Molti problemi vengono "somatizzati" a livello della pancia. Ma ciò non significa che il mal di pancia non sia reale.

Prima di pensare ad un mal di pancia "sindacale" (per ottenere attenzione o coccole) o da somatizzazione, ricordiamo però di controllare la cacca (forma, odore, colore, consistenza, dimensioni e frequenza) e raccontarla dettagliatamente al Pediatra Curante! Valutiamo anche l'eventuale calo (o aumento) dell'appetito. Cosa ancor più importante: ricordiamoci di verificare la varietà della dieta!! Se il piccolo mangia sempre e solo due o tre cose e rifiuta abitualmente, ad esempio, la verdura....Può essere molto ma molto probabile che subentri, prima o poi, il mal di pancia. L'intestino ha infatti bisogno di adeguate quantità di fibre e di liquidi. Quindi controlliamo anche che il bambino beva! E beva sano: ossia acqua.

Una causa di dolori addominali innocui ma davvero fastidiosi è un nemico subdolo ed inaspettato: l'aria. In realtà è corretto che aria circoli in un colon sano, ma quando la masticazione è inadeguata, la dieta è squilibrata o la flora batterica è alterata, il meteorismo può diventare davvero un problema scomodo e doloroso! Ricordiamoci che i probiotici possono essere molto utili, ma NON sono tutti uguali. Quindi non fate le cure fai-da-te o con il passaparola: chiedete consiglio al Pediatra di fiducia.

© 2023 by Michelle Ryder. Proudly created with Wix.com